Cerca nel blog

mercoledì 4 gennaio 2017

Spazziamo le negatività dall'ACR Messina ...


In città c'è un gruppo di cittadini (PULI-AMO MESSINA) di buona volontà che si è prefissato qualche anno or sono di ripulire volontariamente i luoghi più belli lasciati all' abbandono o sporchi e tirando le somme devo dire (ed è sotto gli occhi di tutti) che ci sono riusciti. La voglia di "cambiare aspetto" alle cose, credo, può sopperire alle difficoltà che una piazza come Messina porta nel suo DNA. Penso, infatti che questo concetto sia trasferibile al calcio e questa negatività può essere spazzata via con un rastrello ed una buona scopa solo da persone amanti di quel determinato bene e come detto prima armate di buona volontà. Della serie dove maltratti e sporchi tu, ci sono io a sistemare e a rimediare al tuo errore di negligenza o di valutazione.

Perché ho fatto questo preambolo, semplice amici lettori, per un motivo alquanto chiaro: è iniziato il mercato di riparazione e molti calciatori attenzionati dal Messina non vogliono venire o hanno qualche remora poiché a livello nazionale emerge un ambiente poco positivo della città e della società il quale rende tutto più difficile e problematico. Al momento i giocatori contattati non si fidano di fare una scelta che potrebbe ripercuotersi sulla loro carriera.
Purtroppo nell'ultimo periodo è stato fatto ed è stato detto di tutto sulla biancoscudata e l'immagine che si ha oltreconfine non è delle migliori; morale della favola, questi problemi ricadono sulla società perché i giocatori trattati, non fidandosi rifiutano l'offerta preferendo la chiamata di altre piazze magari meno blasonate, anzi sicuramente, ma dove c'è un ambiente più sereno e dove le acque sono meno agitate. Ed è per questo che il mercato è stato congelato sino a lunedì quando secondo indiscrezioni ci saranno delle news importanti. Qui nella nostra Messina c'è un masochismo e autolesionismo micidiale che fa indietreggiare chiunque venga avvicinato per le voci che si insinuano in ogni dove ed è per questo, sono convinto, che i tifosi che amano il giallorosso abbiano il dovere di creare un minimo di entusiasmo per fronteggiare le nuvole nere che appaiono ovunque all'orizzonte. Dobbiamo quei pochi dotati di buona volontà ripulire un' immagine sbagliata che molti si sono fatti oltre le mura di Messina. Vedere tutto più roseo lì dove il nero avanza e i sospetti diventano ingombranti altrimenti sarà doloroso per tutti questo finale di stagione. Il giocatore potenzialmente da Messina deve avere la sensazione che arriva in una piazza dove è impossibile fare male perché c'è grande energia positiva, entusiasmo e tutte le condizioni favorevoli per volare in alto.
Se Mister Lucarelli è a Messina è perché ricordava quella piazza calorosa ed entusiasta che era il Messina e quel catino infuocato del Giovanni Celeste altrimenti non avrebbe mai e poi mai accettato.
Ci piaccia o meno questa è la società e questi sono i dirigenti che abbiamo e costoro dobbiamo sostenere fino a quando resteranno in sella altrimenti per i nostri colori si farà dura.
Domenica 8 la squadra si rivedrà in città per il primo allenamento, Lucarelli riunirà la sua truppa per non lasciare nulla al caso così da farsi trovare pronto nel migliore dei modi per il 21 giorno di Francavilla Vs Messina.
Abbiamo parlato dell'ambiente, alla società invece ci sentiamo di muovere una critica costruttiva: questa squadra urge di un direttore sportivo importante che si faccia sentire e rispettare in sede di calciomercato e inoltre necessita di altri dirigenti e figure professionali che facciano rispettare la città di Messina e la storia della stessa nelle istituzioni che contano. Fatto questo piccolo inciso che vuole essere ripeto costruttivo, noi odiamo i disfattismi che generano avversità e contrarietà, adesso si pensi a riorganizzare secondi i santi crismi tutto quello che serve per rendere questa 500 una fuoriserie. E chiuso il calciomercato i nostri giocatori saranno comunque i migliori.

Nessun commento:

Posta un commento

Non dimenticare amico giallorosso

Il Messina non si discute, ma si ama! La squadra del tuo cuore nasce il 1° dicembre del 1900 grazie ad Alfredo Marangolo!